Un nuovo regolamento comunitario in approvazione, COM (2018) 374 final 2018/0199 (COD) Proposta di REGOLAMENTO DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO recante disposizioni specifiche per l’obiettivo “Cooperazione territoriale europea” per la programmazione comunitaria 2021-2027 affida al GECT ulteriori compiti estremamente importanti in quanto STRUTTURA DI DIRITTO COMUNITARIO RICONOSCIUTA E VALIDATA DA STATI MEMBRI E PARTECIPATA DA REGIONI EUROPEE.

I punti che possiamo anticipare sono :

  • L’Europa incoraggia gli Stati membri ad assegnare le funzioni DELL’AUTORITÀ DI GESTIONE a un GECT ovvero a rendere tale gruppo, come altre entità giuridiche transfrontaliere, responsabile della gestione di un programma e/o sottoprogramma, di un investimento territoriale integrato o di uno o più fondi, o a farlo agire come partner unico;
  • Un GECT puo’ attuare investimento territoriale integrato del nuovo regolamento (UE) e può anche essere il beneficiario unico;
  • IL COMITATO DI SORVEGLIANZA comprende anche rappresentanti di organismi istituiti congiuntamente nell’intera area del programma o che ne coprono solo una parte, compresi i GECT.
  • Gli Stati membri e, ove applicabile, i paesi terzi, i paesi partner e i PTOM che partecipano ad un programma interregionale POSSONO IDENTIFICARE UN GECT QUALE AUTORITÀ DI GESTIONE DI TALE PROGRAMMA;
  • Il nuovo regolamento prevede la promozione nell’Europa Comunitaria dei gruppi europei di cooperazione territoriale (“GECT”), che saranno istituiti conformemente ai regolamenti GECT (CE) n 1082/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 05 luglio 2006 e del regolamento GECT (UE) n° 1302/2013 del 17 dicembre 2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio.
Ioannina – Grecia
Latronico – Italia